Home
 Blog 
 Amianto FA e DA: quali sono le differenze e come deve essere smaltito? 

Tutti i consigli e le procedure corrette per smaltire l'amianto

Ormai si sa, l’amianto è un materiale fortemente nocivo e dannoso per la salute di tutti e per l’ambiente, ecco perché è fondamentale sapere esattamente dove e come smaltirlo nel modo giusto.

La prima cosa da sapere è che esistono due tipologie di amianto:

  • Amianto FA: fortemente agglomerato
  • Amianto DA: debolmente agglomerato, in matrice friabile

Ma entriamo più nello specifico e scopriamo quali sono le loro caratteristiche e il modo corretto di smaltirli.

 

Cos’è e come si smaltisce l’amianto fortemente agglomerato?

Solitamente, i materiali che sono composti da eccessive quantità di amianto FA sono lastre fatte in “vecchio eternit”, le ardesie per i tetti e le facciate degli edifici, vasi e/o contenitori per il giardinaggio.

 

Quando un privato dispone di questa tipologia di materiali da smaltire ha due possibilità:

  • Può rivolgersi autonomamente a un centro di raccolta e smaltimento rifiuti speciali e/o inerti.
  • Può contattare l’ufficio tecnico comunale per effettuare una verifica sulla possibilità di smaltirli direttamente tramite il proprio comune.

 

Quando, invece, questi materiali devono essere smaltiti dalle aziende che inevitabilmente hanno un grande quantitativo di materiali con amianto FA, è importante che essi vengano consegnati direttamente a una discarica autorizzata e specializzata in raccolta di materiali inerti, che provvederà a smaltirli fatturando il servizio direttamente all’azienda. 

In questi casi, sarebbe consigliabile avvisare il gestore della discarica dell’eventuale apporto di materiale e chiedergli la compilazione dei certificati di smaltimento (SIA430) di tutto i rifiuti di cantiere con riferimento al tipo di materiale e alla quantità. La certificazione potrà essere esibita alle autorità qualora fosse da loro richiesto. Ci sono dei nuovi formulari relativi allo smaltimento rifiuti di cantiere e di materiale contenente vecchio cemento-amianto che possono essere scaricati dal sito dell’Ufficio gestione rifiuti.

 

Cos’è e come si smaltisce l’amianto in matrice friabile o debolmente agglomerato?

Quando i materiali da smaltire sono fortemente danneggiati, in frantumi troppo fini o polverosi, allora parliamo di amianto DA. La consistenza friabile di questi materiali può essere dovuta a una manipolazione attuata in maniera scorretta, come nel caso della levigatura o il lavaggio a pressione.

 

Anche il materiale con amianto debolmente agglomerato viene considerato un rifiuto speciale e, pertanto, richiede un processo di smaltimento speciale che richiede un alto livello di cautela e al rispetto di specifiche autorizzazioni dalle quali non può assolutamente prescindere. È per questo motivo che lo smaltimento di amianto debolmente agglomerato deve avvenire solo tramite ditte autorizzate ai sensi dell’Ordinanza sul traffico dei rifiuti (OTRif).

 

Sei interessato a uno dei nostri servizi? Contattaci!

Amianto FA e DA: quali sono le differenze e come deve essere smaltito?
Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie tecnici ed a fini statistici e di marketing.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy. Clicca qui per modificarla o Clicca qui per chiuderla.